fbpx

Le maglie dell’Atalanta 2020-2021 fra presente, passato e futuro

Si è da poco conclusa un’altra clamorosa annata per l’Atalanta, ma è già tempo di ripartire. Il club bergamasco ha svelato insieme a Joma le nuove maglie per la Serie A e la Champions League 2020-2021.

La Dea cavalca l’onda degli ottimi risultati ottenuti nelle scorse stagioni, in campionato e soprattutto nella sorprendente campagna europea e si presenta con una collezione che omaggia la dedizione e la forza del popolo bergamasco.

Prima maglia Atalanta 2020-2021

Il classico bicolore nero-azzurro si divide in righe più sottili, presenti su tutta la maglia, rispetto alle divise più recenti donando un look semplice e pulito, lasciando che siano i dettagli a fare la differenza. A partire dal colletto a polo, nero, che si chiude con uno scollo a V sovrapposto nel quale sono presenti due righe azzurre di diverso spessore, ed i bordi neri delle maniche.

Salta all’occhio anche il cambio di main sponsor, infatti sulla maglietta troviamo il nuovo partner commerciale Plus 500 a rimpiazzo di Radici Group che prosegue comunque la collaborazione come co-sponsor.

Non mancano le dediche al forte legame tra i cittadini e la società. Troviamo infatti all’interno del collo la frase “La maglia sudata sempre“, caratteristica simbolo della squadra di Gasperini e del popolo bergamasco. Sul retro e ancora all’interno, questa volta in fondo alla maglia, la scritta “Atalanta Bergamo“.

Sono presenti dettagli degni di nota anche nella produzione tecnica. La divisa è realizzata in tessuto jacquard customizzato con l’inserimento del logo della Dea e dell’anno di fondazione direttamente nella trama mentre il sistema di cuciture piatte flatlock permette di evitare ulteriori zone di sfregamento, rendendo di fatto la maglia una seconda pelle.

I pantaloncini sono neri con un profilo azzurro che scorre lungo i lati, neri anche i calzettoni con un risvolto a righine e la scritta “Atalanta” in verticale posta sul polpaccio.

Seconda maglia Atalanta 2020-2021

Una grafica futuristica e asimmetrica è il tratto distintivo della maglia da trasferta bianca, il disegno geometrico spazia dal blu al nero in varie tonalità e ricopre la parte superiore e parzialmente il lato destro. Ricamato sul petto c’è lo stemma con le Dea che corre, già usato anche sulla divisa away del 2019-20.

Un’asimmetria che si ripete anche sul colletto e sul bordo delle maniche, interessati da finiture nerazzurre.

Bianchi con dettagli che richiamano i colori sociali sono i pantaloncini e i calzettoni che completano la seconda divisa dei bergamaschi.

Terza maglia Atalanta 2020-2021

Per la terza maglia Joma ha optato per un particolare tono di blu, accompagnato da una fine banda nerazzurra sul petto su cui poggiano lo stemma del club e il logo del brand spagnolo.

Il colletto a girocollo rimane aperto e scopre sul soffietto un inserto a righine con i colori del club. La medesima fantasia decora anche il retro del collo e l’orlo delle maniche.

Un dettaglio importante è l’inserimento del profilo esterno della nuova Curva Nord del Gewiss Stadium, realizzato nel tessuto con tecnica embossed. Un omaggio alla “casa” dell’Atalanta e dei suoi tifosi che speriamo possa portare fortuna per poter avere il via libera dall’Uefa e disputare a Bergamo la prossima Champions League.

Voto per le nuove maglie dell’Atalanta 2020-2021 firmate Joma?