fbpx
Il nuovo logo della Fiorentina

Un rombo, il giglio e una “V” viola, la Fiorentina svela il nuovo logo

Il 25 marzo si celebra il Capodanno Fiorentino, un giorno speciale che da oggi verrà ricordato anche per la presentazione del nuovo logo della Fiorentina.

Un restyling svelato attraverso il video della campagna “Play to be different” che dà voce al primo Manifesto del club. Una dichiarazione di impegno “a far sì che il calcio dei viola sia sempre distintivo, autentico, vicino alle persone, espressione della bellezza della città di Firenze e dello spirito anticonformista e passionale dei fiorentini”.

Il nuovo logo vuole celebrare le radici del club e si ispira allo stemma utilizzato a cavallo fra gli anni Cinquanta e Sessanta, il periodo d’oro dei viola in cui conquistarono il primo Scudetto e la Coppa delle Coppe. Il giglio rosso, simbolo di Firenze, si avvicina nelle linee a quello che probabilmente fu disegnato da Luigi Ridolfi, il fondatore del club e primo presidente della Fiorentina.

La forma a rombo esalta la struttura spigolosa che ha sempre contraddistinto i marchi societari e ne ottimizza la resa negli ambienti digitali.

L’acronimo ACF scompare in favore di un’evidente “V” viola che abbraccia il giglio, è questo l’elemento che forse più di tutti ha creato scalpore fra i tifosi. Vuole simboleggiare l’unione di tutti “I viola”, in campo e fuori dal terreno di gioco, la vera forza della Fiorentina. Come dichiarato in conferenza stampa da Joe Barone, direttore generale della società viola, sulle maglie da gara ci sarà la scritta “Fiorentina” sotto il logo.

Il logo attuale sarà comunque usato fino al termine del campionato in corso, per poi essere sostituito a partire dall’inizio della stagione 2022-23.

A curare l’analisi preliminare e lo sviluppo della nuova identità è stata l’agenzia FutureBrand, in collaborazione con Museo Fiorentina che ha condotto una certosina ricerca ai loghi e ai gigli simbolo della Fiorentina.

Logo Fiorentina 1991-2021