fbpx

La Reggina rimarca le proprie ambizioni con le maglie 2020-2021

Un gradito ritorno quello della Reggina in Serie B. Gli amaranto quest’anno sembrano voler fare le cose in grande e, dopo aver messo a segno diversi colpi di mercato, hanno deciso di affidarsi a Macron per la realizzazione delle nuove divise, augurandosi che questa collaborazione possa rivelarsi vincente tanto (o più) di quella precedente con il marchio Legea.

Presentazione maglie Reggina Calcio Macron

L’obiettivo del presidente Gallo è, infatti, quello di riportare la città di Reggio Calabria in Serie A, là dove per anni era stata durante gli anni della presidenza Foti. “Ambition” diventa così la parola d’ordine utilizzata per presentare, tramite i diversi canali social della società, il trittico di divise che accompagneranno Menez & Co. durante questa lunga maratona che da sempre è la serie cadetta.

Prima maglia Reggina 2020-2021

Con la divisa di casa, la Macron vuole mettere fin da subito le cose in chiaro. E dunque pur restando centrale il colore amaranto, non può non spiccare all’occhio del tifoso l’ampia presenza del bianco, adottato non solo per le rifiniture e per il colletto (a “V”) ma anche nella parte inferiore della maglia.

Qui troviamo, infatti, una sequenza di rettangoli che racchiudono un significato particolare. Questa figura rappresenta, a detta della stessa società, “un simbolo di rapidità”. La stessa rapidità con la quale gli amaranto proveranno a scalare le vette del calcio italiano. Nella parte posteriore, invece, troviamo una frase che rimanda alla scorsa stagione: “La differenza tra un uomo e un eroe” è infatti l’espressione con la quale il presidente Gallo motivò squadra e tifosi prima del derby tra Reggina e Catanzaro, uno spartiacque decisivo anche per il glorioso cammino degli stessi reggini. Scendendo più in basso troviamo i pantaloncini ed i calzettoni, anch’essi color amaranto con dettagli in bianco.

Seconda maglia Reggina 2020-2021

Nessuna differenza intercorre tra la prima e la seconda maglia della Reggina. Quest’ultima, infatti, inverte i due colori, rendendo così il bianco la base cromatica del kit.

Stessa cosa dicasi, infatti, per i pantaloncini ed i calzettoni.

Terza maglia Reggina 2020-2021

Ben più creativa risulta essere, invece, la terza maglia. Come per ogni società, anche nel caso della Reggina si è voluto osare con la divisa di riserva, ad iniziare dalla combinazione di colori: nero e verde fluo.

Il verde viene adottato sulle rifiniture e per la fantasia presente lungo tutta la maglia. Anche in questo caso, infatti, possiamo trovare un disegno composto da un insieme di rettangoli. Stavolta però cambia la disposizione: non più orizzontalmente lungo la parte orizzontale della divisa ma, al contrario, verticalmente. Anche i pantaloncini ed i calzettoni riprendono le palette utilizzate per la parte superiore.

Come giudicate l’esordio di Macron con le maglie della Reggina 2020-2021?