fbpx
Maglie MLS 2022 Adidas

Tutte le maglie della MLS 2022: quante novità questa stagione!

Quest’anno la MLS prova a fare sul serio. E non lo fa soltanto con gli ingaggi di importanti calciatori nostrani come Lorenzo Insigne o Mimmo Criscito (quasi fatta anche per lui al Toronto), ma anche attraverso una maggiore valorizzazione dei singoli brand calcistici che compongono la lega.

L’obiettivo delle società è quello di accrescere il proprio appeal anche oltre i confini statunitensi, realizzando divise iconiche, in linea con le mode del momento. In questo articolo scopriremo  come Adidas, sponsor unico dal 2010, è riuscita a compiere questa missione. Come di consueto ogni franchigia ha presentato una sola maglia nuova, home o away, nell’articolo abbiamo riportato per completezza la foto della divisa già usata nella MLS 2021.

Le maglie della MLS 2022 sono acquistabili sul sito di Adidas con spedizione gratuita.

Atlanta United

Se questa maglia vi sembra di averla già vista, non preoccupatevi, non è la vostra immaginazione che sta delirando: Il template è infatti quello già visto nel 2018 con la Scozia, in una delle divise più riuscite degli ultimi tempi e per questo maggiormente rielaborate dall’azienda di abbigliamento tedesca. In questo caso. il colore verde e la fantasia lungo la parte frontale, vengono raccontate come una rappresentazione astratta della foresta. Atlanta è infatti famosa per le sue ampie foreste e l’ampia presenza del verde.

Austin FC

La nuova maglia away degli Austin è stata fin da subito soprannominata “Sentimento Kit” per via dello slogan “Verde es un sentimiento”, stampato all’interno del colletto. La divisa, infatti, vede nel verde acqua il suo colore principale, accompagnato dal nero che ne definisce i dettagli, rendendola  una delle maglie più semplici ed affascinanti di questa stagione.

Charlotte FC

Coniata con lo slogan “For the Carolinas, for the crown”, la maglia d’esordio di Charlotte è azzurra con maniche bianche e il disegno degli stati della Carolina del Nord e del Sud sul fianco sinistro. Il template, anche in questo caso, è qualcosa di già visto in Europa: si tratta di quello adottato dall’Arsenal 2019-20.

La divisa away, soprannominata come “Mint Kit“, si presta a omaggiare i suoi fan e la storia della città. Charlotte è infatti la prima città dove, nel 1800, fu prodotta la zecca dello stato, oltre ad essere uno dei centri dell’alta finanza statunitense. Il colore della divisa, poi, fa il resto e rende lo stile coerente alla motivazione.

Chicago Fire

Tra le squadre storiche della MLS ci sono senza dubbio i Chicago Fire. E proprio la storia è il tema principale che caratterizza quella che agli occhi potrebbe sembrare, inizialmente, una semplice divisa blu. Osservandola più attentamente si nota, infatti, una fantasia lungo la parte frontale che rimanda alla Chicago Water Tower: uno degli edifici più antichi degli USA (e per questo incluso nel registro dei luoghi storici), attualmente utilizzato come galleria d’arte.

Cincinnati FC

Maglia color arancio e dettagli in blu, con le classiche stripes che si estendono ai lati del girocollo. Si direbbe una maglia semplice quella del Cincinnati per le trasferte. Eppure, così come per i Chicago Fire, anche qui a valorizzare il modello ci pensa la fantasia posta al di sotto dello stemma: una serie di onde che riprendono la bandiera dello Stato e in cui è incastonato il simbolo della squadra.

Colorado Rapids

Una delle maggiori contestazioni fatte, nelle ultime stagioni, dai fan dei Colorado riguarda la semplicità delle divise, ritenute piuttosto banali rispetto ai disegni presentati dalle altre franchigie. Sarà questo il motivo che ha spinto la società ad accontentarli, elaborando un kit che cerca di rinnovarsi, senza rimanere troppo ancorato al recente passato stilistico. La novità, in questo caso, non sta tanto nella palette di colori o nelle cuciture della divisa, quanto nella rappresentazione grafica delle montagne del Colorado lungo tutta la parte frontale.

Columbus Crew

Discorso totalmente diverso per il Columbus Crew. Lo scorso anno la società aveva deciso di svecchiare la divisa, cambiandone anche i colori principali: non più giallo ma bensì bianco con dettagli in oro e nero. Una scelta pessima come pessima era stata anche l’opinione data al logo, durato appena sei anni. Quest’anno quindi ritorno al giallo e nuovo stemma esposto sul petto: i fan sembrano essere ora ben più d’accordo.

D.C. United

Alcuni potrebbero definirla semplice, altri elegante. La nuova divisa home dei DC United quest’anno si presenta nera con delle strisce verticali tono su tono a fare da contrasto. I dettagli del colletto, delle maniche e delle stripes sono, invece, caratterizzati dalla presenza del bianco e del rosso, perfetti per non lasciar cadere il modello in uno stile monotono.

Dallas FC

Reinventarsi, celebrando il passato: così è stata presentata la maglia dei Dallas. Abbandonato, infatti, l’improbabile design della passata stagione, quest’anno si è scelto di realizzare un modello le cui strisce orizzontali a zig-zag, di diversa dimensione, si estendono lungo l’intera parte frontale, donando dinamicità alla divisa e rispettando la tradizione della squadra.

Houston Dynamo

Il “Bayou City Kit” rende omaggio alle 11 diversi paludi che attraversano la città di Houston e ai ruoli che svolgono nella mitigazione delle inondazioni. Non è un caso quindi che la parte frontale sia caratterizzata da questo motivo che “riprende il flusso di acqua delle paludi al chiaro di luna”, come affermato dalla società sul suo sito ufficiale.

Los Angeles Galaxy

Ritorno all’antico per la nuova maglia dei LA Galaxy, scompare infatti la banda diagonale dopo 11 anni. Adidas ha puntato sui dettagli di colletto e bordo delle maniche, decorati da un’interessante fantasia blu con una serie di quasar, riprendendo così lo stemma del club.

Los Angeles FC

In America l’hanno incoronata come la divisa più bella della stagione. Di certo non si può dire i Los Angeles FC abbiano voluto mantenere un basso profilo con la nuova maglia home. Così come per altre maglie viste in precedenza, anche in questo caso la differenza è data dalla fantasia che caratterizza la parte frontale: un omaggio all’Art Decò e al glamour tipico della Hollywood del secolo scorso.

Curiosità: è l’unico kit con gli stemmi di Adidas e franchigia posti al centro.

Inter Miami CF

Dopo essersi vestita di bianco nei primi due anni, per l’Inter Miami di David Beckham è giunto il momento di abbracciare completamente il rosa. La nuova divisa Heartbeat non brilla comunque per fantasia, l’unico dettaglio di rilievo è il tracciato di un elettrocardiogramma a forma di “M” sul bordo delle maniche. Eppure, per gli amanti delle maglie da calcio col colletto a polo (ormai sempre meno), questo potrebbe essere il kit perfetto.

Minnesota United FC

Tra tutte le divise presentate in questa stagione, quella dei Minnesota è probabilmente tra le più semplici. Tuttavia l’effetto gessato sul nero della divisa, la rende pur sempre una maglia elegante. Impossibile poi non apprezzare la stella polare posta sul lato posteriore. Un simbolo che rimanda alla storia del Minnesota, conosciuto anche come “L’Etoile du Nord“, essendo uno degli Stati più a nord degli USA.