fbpx

Le maglie della Super League Svizzera 2020-2021

Il campionato svizzero di calcio 2020-2021 è ripreso nel fine settimana del 19-20 settembre con una presenza massima di 1000 spettatori a partita. Dal mese di ottobre gli stadi potevano essere occupati nella misura dei 2/3 dei soli posti seduti. Vigeva il divieto di aprire il settore ospiti, l’obbligo di indossare la mascherina e di consumare cibo e bevande da seduti. Di fatto stavamo assistendo ad un campionato senza le curve.

Parliamo al passato perché nel frattempo, considerato il peggioramento repentino della situazione sanitaria in Svizzera, il Consiglio Federale ha di nuovo deciso di far disputare le partite a porte chiuse. Per sopperire alla mancanza degli incassi dalla vendita dei biglietti, il Consiglio Federale ha deciso quindi di erogare alle società sportive professionistiche e semi-professionistiche un importo di 115 milioni di franchi svizzeri (circa 106 milioni di Euro) a fondo perduto.

Swiss League logo

Mettetevi comodi e leggete l’articolo fino in fondo perché una delle due squadre neopromosse è straniera, da quest’anno c’è un nuovo pallone unico, vedremo com’è iniziata la carriera europea di un attaccante che ha vinto da protagonista la Coppa Uefa 1997-1998 con l’Inter e parleremo anche di calcio femminile.

Andiamo a scoprire le nuove maglie della Raiffeisen Super League 2020-2021 seguendo la classifica finale dell’ultimo campionato.

Young Boys

Iniziamo quindi con i vincitori del double, Campionato – Coppa Svizzera 2019-2020, i bernesi dello Young Boys, che indossano il badge riservato ai campioni in carica, introdotto nel 2016 dalla Swiss Football League.

I bernesi, 14 volte vincitori del campionato svizzero e che abbiamo già visto in Europa League nel girone con la Roma, hanno stipulato con Nike un contratto che prevede la fornitura di maglie da catalogo, ma con combinazioni di colori personalizzate.

Prima maglia Young Boys 2020-2021

La prima maglia dello Young Boys è gialla, basata sul modello Nike Trophy IV, personalizzata con le maniche e colletto neri.

Il colletto a polo è chiuso da due bottoni di colore giallo. All’altezza delle spalle e sulla parte inferiore dei fianchi è presente una striscia nera. Nella foto della maglia di profilo si intravede una trama a rombi tono su tono. Il badge dedicato ai vincitori del campionato 2019-2020 si trova sulla manica sinistra.

I pantaloncini sono completamente neri con logo Nike bianco, mentre le calze si presentano con hoops giallonere.

In occasione del preliminare di Champions League perso contro il Midtjylland, che nel frattempo si è qualificato ai gironi della massima competizione europea, i bernesi hanno sfoggiato un completo giallo.

Seconda maglia Young Boys 2020-2021

La seconda maglia è grigia con le maniche rosse. Ha lo stesso template della prima divisa ma non è propriamente personalizzata, infatti è stata pescata direttamente dal catalogo Nike Trophy IV.

Anche in questo caso sul fronte della maglia troviamo il pattern a rombi. Si fa apprezzare per il logo societario declinato in argento, che si integra in maniera armoniosa nel colore principale della divisa. La divisa è completata da pantaloncini e calzettoni rosso fluo.

young boys maglia away 2020-2021

Terza maglia Young Boys 2020-2021

La maglia per le coppe, Europa League e Coppa Svizzera, è nera con le maniche bianche ed ha lo stesso template delle altre divise. Anche nella terza casacca ritroviamo il logo dello Young Boys colorato in argento.

Maglie portiere Young Boys 2020-2021

La prima maglia da portiere 2020-2021 dello Young Boys è di colore blu con un pattern che ricorda le impronte digitali. Stesso colore per pantaloncini, che presentano una striscia bianca interrotta a metà sul lato,  e calzettoni.

La seconda maglia da portiere è verde, così come il logo Nike, tono su tono. Sui fianchi della maglia è presente una striscia nera. Anche sui lati dei pantaloncini si trova una striscia nera, ma è spezzata a metà.

Se volete saperne di più sulle origini del nome della squadra e sui kit del passato, vi rimandiamo all’articolo sulle maglie dello Young Boys 2014-2015.

San Gallo

Il San Gallo, due volte campione svizzero e in testa al campionato 2019-2020 prima dello stop forzato a causa della pandemia, si è classificato al secondo posto.

Prima maglia San Gallo 2020-2021

Tornano le strisce verticali bianco e verdi, interrotte da una fascia bianca orizzontale che consente l’inserimento dello sponsor. Le maniche sono colorate di verde e bordate di bianco. Il retro della maglia bianco lascia lo spazio a nomi e numeri in verde.  Pantaloncini e calzettoni sono bianchi. Il logo Jako è nero all’altezza del petto destro.

san gallo maglia home 2020-2021 retro alain sutter

A destra Alain Sutter, protagonista con la maglia della nazionale svizzera ai mondiali di USA 94, con il nuovo acquisto Youan.

san gallo maglia home 2020-2021

Seconda maglia San Gallo 2020-2021

In trasferta la maglia è nera con un palo centrale verde e bianco interrotto a metà dal main sponsor. I pantaloncini sono neri, per un look total black.

Il retro della maglia è nero, con nomi e numeri bianchi.  Lo sponsor delle calze medicalizzate si trova… proprio sui calzettoni.

san gallo maglia away 2020-2021 retro

Maglia Europa League San Gallo 2020-2021

Quattro diverse tonalità di verde, con forme geometriche che ricordano le maglie celebrative di Nike per Inter e Barcellona, per la maglia speciale per l’Europa League. I bordi delle maniche, il colletto e lo sponsor sono bianchi.

I pantaloncini sono verdi a tinta unita con bordi bianchi. I calzettoni verdi, interrotti da una striscia bianca, presentano la parte superiore fasciata di bianco.

Come ci ha confermato David Gadze, responsabile media e comunicazione del club, la maglia non verrà più utilizzata perché prevista unicamente per le partite di Europa League. Infatti, nell’unica partita in cui è stata indossata è arrivata subito una sconfitta per 0-1 nei preliminari contro l’AEK Atene con successiva eliminazione.

Maglia portiere San Gallo 2020-2021

Per l’estremo difensore è stato scelto il verde neon. Il colletto presenta una striscia nera che parte dalla nuca e termina all’altezza delle spalle dove si trovano i loghi Jako in nero. Anche sulla base delle maniche è presente una striscia nera.

Il retroscena di Ivan Zamorano

Forse non tutti sanno che il cileno Ivan Zamorano, prima di giocare per Siviglia, Real Madrid e Inter, nel 1988, all’età di 21 anni, ha militato per due anni nel San Gallo con il quale ha vinto la classifica cannonieri nel 1990 con 23 gol.

Per darvi un’idea di quanto fosse già forte “Bam Bam” Zamorano, qua sotto trovate un video con quella che è tutt’ora la tripletta più veloce della storia del campionato svizzero, siglata tra il 54° e il 58° minuto, grazie alla quale ha ribaltato da solo il parziale di 0-1 nella partita casalinga del 30 settembre 1989 contro lo Young Boys.

Qualche settimana prima di arrivare nella Svizzera Orientale, nell’estate del 1988 Zamorano fece un provino al Bologna assieme al connazionale Hugo Rubio, ma venne scartato perché a detta di Gigi Maifredi, allenatore dei felsinei, non era abbastanza bravo per la Serie A. I rossoblù confermarono invece Rubio che non regalò grandi emozioni (2 soli gol in Coppa Italia), al contrario di Zamorano che proprio da San Gallo diede il via ad una grande carriera in Europa.

Bologna 1988 Hugo Rubio e Iván Zamorano

Rubio e Zamorano con la maglia del Bologna nel 1988

Il cileno tornò a San Gallo nel 2008 come capitano per una partita celebrativa in occasione dell’inaugurazione del nuovo stadio. Per vedere altri gol di Zamorano con la maglia del San Gallo vi rimandiamo all’articolo della SRF.

Basilea

Basteranno i gelati della storica azienda renana Gasparini, prodotti apposta per promuovere l’inizio della nuova stagione, per addolcire le delusioni del Basilea, vincitore di 20 campionati svizzeri, di cui 8 consecutivi tra il 2010 e il 2017, ormai ridotto a terza forza del campionato?

A questa domanda proverà a dare una risposta sul campo Ciriaco Sforza, il nuovo allenatore dei renani, al grido di: “Mir sin Basel” – noi siamo il Basilea, slogan utilizzato per promuovere la nuova maglia casalinga 2020-2021 di Adidas.

Prima maglia Basilea 2020-2021

basilea maglia home 2020-2021La prima maglia del Basilea è partita nel colore blu nella metà destra, mentre il lato sinistro presenta sfumature rosse sottili pennellate su sfondo blu che vanno ad ingrandirsi sull’estremità bassa della divisa. Abbiamo già visto questo template per la seconda maglia del Valladolid.

Il colletto, il logo e le strisce adidas sono rossi. Entrambe le maniche sono blu, così come il retro della maglia. Nomi e numeri sono bianchi. La novità di quest’anno sono i calzoncini e calzettoni di colore rosso al posto del tradizionale blu.

Seconda maglia Basilea 2020-2021

basilea maglia away 2020-2021

Se la prima maglia rispecchia i colori del club, la seconda divisa si ispira ai colori del semicantone di Basilea Città: il bianco e il nero, declinati per l’occasione anche sullo stemma societario.

La maglia da trasferta dei renani è bianca con delle strisce orizzontali fini che partono dal petto e vanno ad espandersi sulla base della divisa. Pantaloncini e calzettoni sono bianchi con stripes nere.

Le divise sono state realizzate con tecnologia Aeroready che garantisce una maglia sempre asciutta.

basilea maglia away 2020-2021

“Ready für usswäärts” – pronti per le trasferte – e l’hashtag “zämmestark” – più forti insieme – gli slogan che mischiano inglese e dialetto svizzero tedesco di Basilea, utilizzati per promuovere la seconda maglia.

La maglia da portiere 2020-2021 del Basilea è di colore verde pisello con dettagli neri sul colletto e i fianchi.

Servette

Il Servette, che pochi mesi fa ha presentato la maglia celebrativa per i 130 anni di storia, è la terza squadra più titolata della Svizzera con 17 campionati vinti nel suo palmarès, l’ultimo dei quali risale però alla stagione 1998-1999.

servette maglie 2020-2021

Prima maglia Servette 2020-2021

La prima maglia 2020-2021 del Servette è granata, come da tradizione. Sui fianchi è presente un inserto bianco che dal basso va a fondersi con il colore principale della maglia all’altezza del petto.

Servette-maglia-home-2020-2021

Nomi e numeri sono bianchi, mentre i pantaloncini hanno una tonalità blu molto scura. Calzettoni granata come la maglia.

Seconda maglia Servette 2020-2021

La seconda divisa 2020-2021 dei ginevrini è completamente bianca, fatta eccezione degli sponsor che hanno però il pregio di essere declinati nei colori del club. Il logo Puma invece è nero.

servette maglia away 2020-2021

Terza maglia Servette 2020-2021

Per il lancio della terza divisa il Servette ha fatto le cose in grande e si è rivolto ad alcuni giovani ginevrini che partecipano allo sviluppo della cultura locale.

servette terza maglia 2020-2021

Si tratta di Boris Cespedes, prodotto del vivaio ginevrino e Mirela Jakupi, attaccante del Servette femminile e rappresentano i granata.

Sono accompagnati da Slimka, membro del collettivo XTRM e stella nascente del rap francofono e dal DJ produttore Ewave che vanta milioni di ascolti sulle piattaforme di streaming. Maé Meneghello, modella ginevrina, completa il casting.

Il tutto catturato dal talentuoso fotografo videasta Alexandre Chac che ha già collaborato con artisti come Youssoupha e Niska.

servette terza maglia 2020-2021

Con lo slogan “Notre ville, nos talents” – “la nostra città, i nostri talenti” la maglia è stata  utilizzata per i preliminari di Europa League e la Coppa Svizzera. Di colore nero e inizialmente senza sponsor, la divisa combina sobrietà e identità ginevrina.

Lo stemma della città si presenta spezzato a metà sulla nuca in una versione monocolore.

Questo è il video utilizzato per promuovere la terza maglia che ha già avuto uno strepitoso successo.

La maglia da portiere 2020-2021 dei ginevrini è grigia e con il motivo a esagoni comune a tantissimi club vestiti da Puma.

servette maglia portiere 2020-2021 e lettering rouiller

Lugano

Allo stadio di Cornaredo, dove al cartellone ufficiale della Swiss Football League si contrappone il manifesto degli Ultras che hanno deciso di fare il tifo fuori dallo stadio, avevano riaperto le porte al pubblico per una capacità massima di 2’400 spettatori, prima della chiusura imposta dal Consiglio Federale.

Considerato che dei bianconeri, 3 volte campioni svizzeri (1938, 1941, 1949), abbiamo già parlato in maniera approfondita, andiamo a vedere come rendono sul campo la prima e la seconda maglia, indossate dal Lugano Femminile che milita nell’AXA Women Super League, la Serie A svizzera.

Guè Pequeno presenta le maglie del Lugano 2020-21

Prima maglia Lugano 2020-2021

Nera con la classica V bianca sul petto. Le divise e il taglio della maglia non differiscono da quelle utilizzate dai colleghi di sesso maschile, come ci ha confermato Luca Pedroni, responsabile marketing dei bianconeri.

lugano femminile home 2020-2021

Seconda maglia Lugano 2020-2021

Rispetto alla prima divisa i colori sono semplicemente invertiti. La V sul petto è nera.

lugano femminile away 2020-2021

Terza maglia Lugano 2020-2021

Color rosso tramonto ed esordio con vittoria ai sedicesimi di Coppa Svizzera contro lo Sciaffusa. I calzettoni sembrano di un tono più scuro rispetto a maglietta e pantaloncini.

Invece, nelle foto della sconfitta per 5-0 in occasione dell’amichevole contro l’Inter, si può notare che la maglia cambia effettivamente colore a seconda dell’intensità della luce. Se nella sfida contro lo Sciaffusa, giocata questa estate alle 19.30, la divisa appare di color arancione, nella partita contro i nerazzurri, disputata qualche giorno dopo con calcio d’inizio alle 17, vira verso il rosso.

Il portiere indossa una divisa a pixel, verde oppure arancione, già utilizzata la scorsa stagione.

lugano maglia portiere arancione 2020-2021 noam baumann

lugano maglia portiere verde 2020-2021 osigwe

Alla base dei numeri è presente lo stemma del club

Lucerna

I lucernesi, vincitori di un campionato svizzero nel 1988-1989, sponsorizzati dal marchio svedese Craft per il secondo anno consecutivo, mantengono le stesse divise della passata stagione, come ci è stato confermato direttamente dal club in occasione di una breve chat sul loro sito.

Prima maglia Lucerna 2020-2021

La prima maglia 2020-2021 dei lucernesi è blu con righe orizzontali tono su tono. Sui fianchi c’è una striscia di colore celeste. Il colletto è alla coreana chiuso da tre bottoni su sfondo bianco.

lucerna maglia home 2019-2021

Anche i pantaloncini sono blu con una striscia sui lati. Calzettoni monocolore in tinta col resto della divisa.

Seconda maglia Lucerna 2020-2021

Stesso modello della divisa casalinga. Dietro ai bottoni è presente uno sfondo nero. La striscia sui fianchi, che ritroviamo anche ai lati dei calzoncini, è grigia.

Maglie da portiere Lucerna 2020-2021

La prima divisa, a girocollo, è di colore giallo fluo con hoops larghe tono su tono.

In alternativa c’è la versione rosa.

lucerna maglia portiere rosa 2019-2021

Zurigo

Nella città sul fiume Limmat non hanno fatto una presentazione ufficiale delle maglie, forse perché impegnati nella campagna per la costruzione del nuovo stadio che il 27 settembre 2020 è stata accolta favorevolmente tramite una votazione comunale.

La nuova struttura, che dovrebbe essere pronta per la stagione 2022-2023, si chiamerà Credit Suisse Arena e sostituirà il vecchio Hardturm dove giocavano i rivali cittadini del Grasshoppers prima della demolizione avvenuta nel 2008.

Avrà una capienza di 18’500 spettatori e accoglierà anche il Grasshoppers, con il quale lo Zurigo condivide attualmente lo stadio del Letzigrund.

zurigo nuovo stadio

Prima maglia Zurigo 2020-2021

Anche lo Zurigo, vincitore di 12 campionati svizzeri, ha un contratto con Nike che gli permette di personalizzare le maglie del catalogo teamwear, come confermatoci da Matthias Hänggi, responsabile del merchandising dei tigurini.

La prima maglia 2020-2021 dello Zurigo, basata sul modello Nike Challenge III, è completamente bianca. Nella parte frontale si intravvedono delle righe diagonali tono su tono. Sulla parte anteriore del colletto troviamo la scritta Stadtclub – il club della città. Una frase che strizza l’occhio al Grasshoppers che per la seconda stagione consecutiva milita in Challenge League, la serie B svizzera.

zurigo maglia home 2020-2021 nomi e numeri

Sulla manica destra troviamo la scritta “immer bi ois” – “sempre con noi” dedicata a Vasilije “Vasi” Janjicic, giocatore svizzero dello Zurigo al quale è stato diagnosticato il cancro all’inizio di luglio. Il 21enne, dopo un trattamento intensivo per il cancro e due operazioni, è finalmente guarito nei primi giorni del 2021.

immer bi ois vasi

Oltre all’omaggio sulla divisa da gioco, nel riscaldamento pre-partita gli zurighesi indossano una maglia blu con il numero 8, quello di Vasi, e la scritta “immer bi ois” dedicata al loro compagno.

A questo riguardo il presidente della FIFA, Gianni Infantino, il 2 settembre 2020 ha scritto una lettera di auguri di pronta guarigione a Vasi.

Vasi con la maglia della stagione 2019-2020

La seconda maglia degli zurighesi è la stessa della passata stagione: blu scuro con righe orizzontali tono su tono molto fini e una striscia bianca verticale spezzata a metà sui fianchi. Nomi e numeri sono bianchi. Il responsabile marketing ci ha comunicato che l’anno prossimo verranno cambiate entrambe le maglie.

Le maglie da portiere 2020-2021 dello Zurigo sono di color arancione oppure verde.

Sion

I vallesani, 2 volte campioni svizzeri, sono allenati a partire da questa stagione da Fabio Grosso, e indossano divise prodotte da Macron.

Prima maglia Sion 2020-2021

La prima maglia 2020-2021 del Sion è a strisce orizzontali bianche e rosse con colletto alla coreana rosso bordato di bianco. Il badge della Super League si trova sulla manica sinistra in basso.

sion maglia home 2020-2021

Sul petto è presente il nome dello sponsor tecnico, mentre i loghi sono situati all’altezza delle spalle.

sion maglia home 2020-2021

I pantaloncini sono rossi. Il retro della maglia è bianco nella parte superiore per lasciare spazio ai numeri in rosso.

I nomi sono presenti in bianco nella fascia rossa sotto i numeri. Nonostante nelle foto presenti sullo shop dei vallesani vengano indossati dei calzettoni bianchi, la divisa ufficiale prevede le calze rosse, come ci ha confermato tramite e-mail Baptiste Coppey, responsabile comunicazione e media dei vallesani.

sion maglia home 2020-2021

Seconda maglia Sion 2020-2021

Macron sfoggia ancora il camouflage che tanto fece scalpore sulla divisa del Napoli 2013-2014.

sion maglia away 2020-2021

Per l’occasione viene riproposto il vecchio logo societario che si contrappone alla modernità della maglia ma che si integra bene con i loghi dello sponsor tecnico, presenti con i soli omini Macron su petto e spalle e il colletto a V, tutti in bianco.

sion maglia away 2020-2021

Il disegno mimetico continua anche sul retro della maglia. I pantaloncini invece sono verde oliva a tinta unica, con una fascia verticale di colore più chiaro. I dettagli sono impreziositi da una fettuccia triangolare bianca alla base dei pantaloncini.

Ritroviamo il bianco per i calzettoni e sul retro anche per nomi e numeri. Interessante il sottomaglia con le maniche lunghe bianche in contrasto con il verde mimetico.

sion maglia away 2020-2021

Maglie portiere Sion 2020-2021

Le divise dell’estremo difensore sono le medesime della stagione passata.

La prima divisa è verde fluo con righe orizzontali molto fini. I dettagli sul colletto e i fianchi sono grigi. Stesso template per la seconda maglia giallo fluo. Dettagli in grigio per il colletto e i fianchi.

Losanna

I losannesi, che dal 2017 appartengono alla Ineos SA, società di industria petrolchimica britannica con sede a Rolle, nel Canton Vaud, e proprietaria anche del Nizza, sono freschi di promozione in quanto vincitori della Challenge League 2019-2020.

Sponsorizzati per il secondo anno da Le Coq Sportif e con il motto L’histoire c’est vous! – La storia siete voi, i vodesi hanno lanciato una campagna marketing molto particolare per le maglie della stagione 2020-2021.

Per promuovere la prima maglia hanno pubblicato delle cartoline con personaggi losannesi e vodesi che portano alti i colori della città e del Canton Vaud.

cartoline maglia losanna 2020-2021

Queste persone attirano e uniscono per il tramite dei loro successi. La loro creatività e la loro attività modificano la quotidianità dei vodesi. Davanti ad una via della città, sportivi, comici oppure artisti rappresentano loro stessi un cocktail di attività variegate che simbolizzano la forza e l’energia di una città e del suo cantone.

Il club ha lasciato carta bianca alla giovane fotografa Charlotte Krieger che vive tra Losanna e Parigi. Ha voluto far risplendere tutti indossando la nuova maglia del Losanna.

Nel cuore della loro quotidianità gli scatti sono spontanei, semplici e naturali. Catturano un istante, il loro momento. L’atmosfera è gioviale e distesa, unita da una dote comune: la fierezza. Quella di una maglia, di un club, dei suoi colori. Ma anche di un luogo: quello che hanno scelto per la foto e nel quale posano con orgoglio.

cartoline maglie losanna 2020-2021

Lo scopo di questa campagna è quello di offrire un’altra visione, un altro angolo, un luogo diverso da quello dello stadio.

“La maglia del Losanna non si è mai vista così tanto nel Canton Vaud e nelle vie di Losanna. Dopo qualche anno trascorso a tessere connessioni tra la città e il Cantone tramite il club, qualche settimana prima di entrare nel nuovo stadio della Tuilière, ci è sembrato importante mettere in luce quelli che vogliono fare della Tuilière un vero e proprio luogo di vita: il pubblico”, insiste Vincent Steinmann, Direttore Commerciale e Marketing del Losanna.

“La campagna sarà ricondotta su una scala più larga perché la Regione del Canton Vaud pullula di talenti e di personalità”. Questo il video utilizzato per promuovere le nuove maglie.

Prima maglia Losanna 2020-2021

La prima maglia del Losanna, vincitore di 7 campionati svizzeri, riprende i colori storici del club con la dominanza del bianco completata dal colletto e il bordo delle maniche colorati di blu. Stesso colore per nomi e numeri.

Prima maglia Losanna 2020-21 Le Coq

Per il colletto Le Coq Sportif ha tratto ispirazione dal suo catalogo Teamsport dei Giochi di Roma del 1960. All’interno dello stesso è stato posto l’hashtag  #UNCLUBUNCANTON – Un club, un Cantone – in omaggio al club e ai suoi tifosi.

maglia losanna home 2020-2021

Seconda maglia Losanna 2020-2021

La seconda maglia, che all’occasione viene anche utilizzata dal portiere, riprende il viola e l’arancio dell’anno passato. La divisa è fatta con un taglio aderente che garantisce la respirabilità ad ogni movimento. I materiali sono lavorati a maglia.

losanna maglia portiere 2020-2021

I più attenti avranno notato una certa somiglianza con le maglie della Fiorentina, sponsorizzata da Le Coq Sportif fino all’anno scorso. In effetti, la seconda maglia del Losanna della stagione scorsa ha gli stessi colori e lo stesso template della maglia della Fiorentina 2019-2020. L’unica differenza è la sottile linea rossa presente sopra il petto della divisa dei vodesi.

L’estremo difensore ha a disposizione anche una maglia gialla oppure verde.

Vaduz

Cosa ci fa la squadra del Principato del Liechtenstein nel campionato svizzero?

Dal punto di vista sportivo gli uomini allenati dall’ex attaccante del Siena Mario Frick hanno guadagnato la promozione sul campo. Classificati al secondo posto nella Challenge League svizzera, hanno vinto lo spareggio promozione/relegazione con il Thun, penultimo nel campionato di Super League 2019-2020.

vaduz stadio

Mentre dal lato finanziario, dopo avere militato per oltre 60 anni nelle leghe inferiori svizzere, in virtù di una convenzione stipulata nel 2006, che prevede una quota annua di partecipazione di CHF 600’000, il Vaduz ha il permesso di giocare nel massimo campionato elvetico, ma non di vincere il titolo o di ambire ad un piazzamento per le coppe europee.

Questa piccola ingiustizia viene mitigata dal fatto che la squadra del principato si qualifica regolarmente ai preliminari di Europa League grazie alla Coppa del Liechtenstein, l’unico trofeo per società calcistiche del principato, vinta 47 volte su 60 partecipazioni.

Prima maglia Vaduz 2020-2021

La prima divisa 2020-2021 è completamente rossa, fatta eccezione degli sponsor e dei loghi Puma che sono bianchi. Il colletto e i bordi delle maniche presentano una tonalità rossa più scura. Sul retro della maglia nomi e numeri sono in bianco.

vaduz maglia home 2020-2021

vaduz maglia home 2020-2021

Seconda maglia Vaduz 2020-2021

La seconda maglia 2020-2021 del Vaduz è bianca con una trama grigia irregolare a zig zag. Il colletto è a girocollo.

vaduz maglia away 2020-2021

Anche pantaloncini e calzettoni sono bianchi. I loghi Puma, nomi e numeri sono neri.

La maglia del portiere è verde oppure gialla, anch’essa con colletto e bordo manica più scuri.

vaduz maglia portiere 2020-2021 verde

Il pallone della Swiss Football League

Per la prima volta nella storia del calcio elvetico, tutte le partite della Swiss Football League (Super League e Challenge League) verranno giocate con un pallone unico fornito dalla giapponese Molten, grazie al quale verranno garantite condizioni uguali per tutte le squadre.

pallone molten swiss football league 2020-2021

Il colore principale è il bianco, con il rosso e blu che si fondono l’uno nell’altro all’interno di un triangolo. Grazie all’innovativa struttura della superficie, la stabilità del volo e quindi la qualità del passaggio è 2,2 volte migliore rispetto ad altre sfere.

Adesso tocca a voi: nell’attesa di rivedere gli stadi svizzeri di nuovo pieni, vogliamo conoscere le vostre opinioni nei commenti.

Quali sono le divise che preferite e quelle che proprio non vi piacciono? Tenete conto che tutte le maglie presentano lo sponsor della Super League (Raiffeisen) all’altezza del petto destro.

Secondo voi quali club si sono distinti nelle campagne marketing?