fbpx

La NBA presenta la collezione Earned Edition 2020-2021

Nemmeno il tempo di scoprire le maglie dell’All-Star Game, mai presentate e apparse quasi all’improvviso sul campo, che gli appassionati NBA vengono sommersi da una nuova ondata di uniformi.

Per la seconda parte di regular season, iniziata il 10 marzo, tornano le Earned Editions. L’idea di concedere divise speciali alle sedici franchigie qualificate per gli ultimi playoff è stata introdotta nel 2018-19. I Toronto Raptors hanno persino vinto il titolo NBA, indossando la maglia speciale rossa e bianca con la scritta “NORTH”. Dopo una stagione di pausa, ecco la nuova collezione, trapelata online qualche mese fa e presentata ufficialmente mercoledì sul sito della lega. Non che ci fosse un estremo bisogno di ampliare il guardaroba NBA; aggiungendo questa nuova versione alle edizioni IconAssociationStatementCity e Classic, squadre come Brooklyn Nets, Dallas Mavericks e Los Angeles Lakers indosseranno sei maglie diverse nell’arco di una stagione!

Il concept stilistico suggerito da Nike alle franchigie era incentrato sul valorizzare i colori secondari, o comunque poco utilizzati, dei rispettivi loghi, ma non tutte hanno centrato appieno l’obiettivo. Vediamo nel dettaglio quali sono le Earned Editions della stagione NBA 2020-2021.

Brooklyn Nets

Brooklyn Nets Earned 2021 maglia

I Nets di Kevin Durant, Kyrie Irving e James Harden presentano l’ennesima uniforme nera della loro storia recente. La trama sullo sfondo e i bordi tratteggiati di bianco richiamano il parquet del Barclays Center, mentre i caratteri della scritta “Nets” sono gli stessi utilizzati nelle stazioni della metropolitana newyorchese.

Boston Celtics

Boston Celtics Earned 2021

I Celtics ripropongono l’abbinamento verde-su-verde già mostrato con l’edizione natalizia del 2012, invertendo però le sfumature: sfondo più scuro, nomi e numeri più chiari. I bordi verde limone danno quel pizzico di ‘follia’ alle storicamente sobrie divise di Boston.

Dallas Mavericks

Dallas Mavericks Earned 2021

La Earned Edition dei Mavs è pressochè identica alla divisa da trasferta utilizzata da Dirk Nowitzki e compagni tra il 2001 e il 2010, fatta eccezione per le fasce laterali, completamente azzurre nella nuova versione, e per la scritta “mavs” che sostituisce “DALLAS”.

Denver Nuggets

Denver Nuggets canotta Earned 2021

La maglia con i due picconi incrociati, elementi del logo della squadra fin dai tempi della American Basketball Association, è una rivisitazione della prima City Edition dei Nuggets, utilizzata nella stagione 2017/18. Rispetto a quella versione cambiano i bordi, il pallone sostituisce la montagna innevata e i colori seguono l’attuale schema della franchigia, con sfondo bianco e sfumature blu e rame.

Houston Rockets

Houston Rockets Earned 2021 NBA

Nel 2019, i texani hanno dato un netto restyling alle loro divise, ma hanno lasciato inspiegabilmente invariata la versione nera. Rimediano a sorpresa con questa Earned Edition, nera con scritte rosse, che completa alla perfezione l’opera di ammodernamento. Ora che è stata trovata la quadratura stilistica, perchè non mantenere questa versione anche in futuro?

Indiana Pacers

Indiana Pacers Earned 2021 NBA

Dopo la City Edition blu, il tributo della franchigia all’epoca di Reggie Miller prosegue con un’altra divisa striata, stavolta nella versione con sfondo giallo e righe blu. Anche in questo caso, lo stile è leggermente diverso da quello originale: le righe sono oblique anziché dritte e, al posto di “INDIANA”, sul petto compare il nome “PACERS”.

Los Angeles Clippers

LA Clippers Earned 2021 NBA

I Clippers non solo sono andati fuori tema (non c’è traccia di grigio nel loro logo), ma lo hanno fatto senza una logica apparente. Questa strana divisa grigia con scritte bianche, presumibilmente difficili da leggere a distanza, è una via di mezzo tra le uniformi standard blu e bianche e la City Edition, di cui conserva le due strisce blu e rosse intorno alle spalle. Lasciate forse per dimostrare di non aver finito l’inchiostro a colori.

Los Angeles Lakers

Los Angeles Lakers maglia Earned 2021 NBA

Dopo le Black Mamba Jerseys sfoggiate in onore di Kobe Bryant durante gli scorsi playoff, i Lakers tornano in nero, come direbbero gli AC/DC. Questa divisa ricorda molto quella utilizzata sporadicamente nella stagione 2013/14. Kobe aveva presentato la cosiddetta Hollywood Nights Edition ai media, ma non aveva potuto sfoggiarla in campo. La sua stagione, tra il recupero dalla rottura del tendine d’Achille e un infortunio alla tibia, era durata appena sei partite. La nuova divisa dei Lakers è l’unica, tra le Earned Editions, ad avere il logo Nike dorato, anzichè argentato. Un omaggio della NBA ai campioni in carica.

Miami Heat

Miami Heat Earned Jersey 2021

Dopo le stravaganze della serie Vice City, Miami si ricompone con questa inedita divisa gialla. Come suggerito da Nike, un colore secondario e mai utilizzato prima. In pratica, la nuova uniforme è una sorta di ‘negativo’ di quella bianca e rossa tradizionale. Il rischio di confondere gli Heat con gli Indiana Pacers è tangibile, ma la franchigia ha svolto il tema senza sbavature e ha proposto una novità assoluta.

Milwaukee Bucks

Milwaukee Bucks Earned Jersey 2021

Come gli Houston Rockets, anche i Bucks presentano una divisa che potrebbero utilizzare in pianta stabile. I colori, verde scuro e crema, sono gli stessi della regolare versione ‘da trasferta’, ma sui fianchi compare la sagoma delle corna del cervo e sul petto c’è la scritta “BUCKS”, che solitamente si trova sulle maglie bianche.

Oklahoma City Thunder

Oklahoma City Earned 2021

A prima vista, la Earned Edition di Oklahoma City è pressoché identica a quella dei Dallas Mavericks; come nel caso di Miami, ci sarà qualche sguardo perplesso davanti alla TV. I caratteri ‘elettrizzati’ della scritta “THUNDER” sono quelli utilizzati anche per la sigla “OKC” sulla maglia arancione.

Orlando Magic

Orlando Magic Earned Jersey 2021

Ennesima variazione di un tema già proposto con le prime City Editions. Nel 2017, il logo della squadra appariva su uno sfondo blu stellato che non avrebbe stonato nella NBA degli Anni ’90. L’anno dopo, rieccolo su una divisa nera, in cui le costellazioni erano confinate sui fianchi. In questo 2020/21, rispunta su una tenuta bianca. Le stelle sulle fasce laterali richiamano le uniformi indossate dai Magic all’epoca di Tracy McGrady.

Philadelphia 76ers

Philadelphia 76ers Earned 2021

Non si distinguono certo per fantasia le nuove Earned Editions dei Sixers. La maglia color crema con bordi blu e rossi è stata già proposta come City Edition nel 2017 (con la scritta blu “Phila” sul petto) e nel 2019 (“Philadelphia”, sempre in corsivo). Ora, al posto del nome, compare la Liberty Bell, monumento cittadino e simbolo dell’indipendenza statunitense.

Portland Trail Blazers

Portland Blazers maglia Earned 2021

I Blazers hanno avuto la stessa, bizzarra idea dei Clippers: prendere l’uniforme ‘casalinga’ e toglierle completamente i colori. A dire il vero, una variazione c’è: la fascia più scura, tra le due oblique, è posizionata in alto… Rivoluzione! Rispetto alla divisa dei Clippers, perlomeno, quella grigia di Portland dovrebbe avere un effetto visivo migliore, indossata dai giocatori.

Toronto Raptors

Toronto Raptors maglia Earned 2021

Volevate vedere i Raptors nuovamente in viola, come ai tempi di Vince Carter? Eccovi accontentati… O forse no? L’idea della freccia che punta al nord deve aver entusiasmato particolarmente la franchigia canadese, che su quello stile ha disegnato tutte le nuove maglie. Ad eccezione della City Edition, che conserva la ‘tamarraggine’ dei bei tempi andati. Piccola nota a margine: meno male che Toronto non si trova a sud (anche se i Raptors sono temporaneamente dislocati a Tampa per questioni logistiche legate al COVID). Il riferimento grafico sarebbe piuttosto equivoco…

Utah Jazz

Utah Jazz Earned 2021

I designer dei Jazz, forse perchè obbligati, hanno presentato la stessa, identica Earned Edition proposta nel 2018, solo di un verde un po’ più chiaro. L’omaggio ai Jazz dei primi Anni ’80, quelli di Adrian Dantley, è sempre gradito, ma si sono visti sforzi creativi più intensi.

Vi piacciono queste Earned Editions? Quali sono le vostre preferite? E di quali si sarebbe potuto fare a meno? Fatecelo sapere nei commenti!