fbpx
La terza maglia della Roma con il Lupetto

Nella terza maglia della Roma 2021-2022 torna il Lupetto

Una nuova presentazione per la Roma in questa stagione calcistica: New Balance e la società giallorossa, al primo anno di collaborazione, hanno svelato oggi la terza maglia per il 2021-2022, arrivata dopo le uscite delle maglie home & away e della quarta blu che ha esordito lo scorso mese (e che non ha portato grande fortuna alla squadra, visto l’esito della partita contro i norvegesi del Bødo).

Il nuovo kit giallo e blu è stato definito dalla società giallorossa “un nuovo capitolo nel legame tra la Roma e il Lupetto, iconico simbolo comparso per la prima volta sulle divise nel 1978 e diventato parte integrante dell’identità del Club”.

A caratterizzare ancor di più la nuova divisa, oltre al ritorno del simbolo degli anni ’80, è la banda diagonale rossoblù, affiancata da linee sottili che camminano sul bordo della stessa a contrasto (rosso vicino al blu e viceversa) fin quando non si interrompono, formando un cerchio giallo, per far spazio sul cuore allo stemma tanto caro a tutti i romanisti che campeggia in blu, contorniato da un doppio cerchio anche questo rossoblù.

Una versione inedita dello stemma ideato da Gratton, dato che finora si era visto soltanto nella sua forma originale (lupetto nero in campo bianco e doppio cerchio giallorosso di contorno). Inoltre, la consistenza dello stemma sembra quasi gommata, con rilievi di diversa venatura tra lupetto e cerchio.

Dettaglio Lupetto Roma 3rd kit 21-22

Le maniche, blu navy in contrasto, sono in stile raglan proprio come abbiamo visto nella prima maglia e presentano un bordino rosso con il tipico dettaglio giallo comune a tutte le divise firmate New Balance. Il colletto è a V e sembra più visibile rispetto alle altre casacche della collezione stagionale giallorossa.

“L’AS Roma ha un’identità molto potente e una storia unica. Questi elementi hanno influenzato l’interpretazione di New Balance per il third kit. Il Lupetto è un simbolo inconfondibile nella cultura calcistica ed è stato fonte di ispirazione per il design innovativo di questa nuova maglia”, sono state le parole di Kenny McCallum, general manager di New Balance Football.

Maglia stampella Roma 3rd kit 21-22

Confermato l’inserto sul retro del colletto: il trapezio in giallo-arancio-rosso, in stile maglia ghiacciolo e come già visto per la seconda e quarta maglia, con il font registrato dalla società per la scritta AS ROMA in versione “documento ufficiale”.

Nel retro maglia si apprezzano i numeri rossi che si stagliano bene sullo sfondo giallo, rendendo questa casacca a tre colori ben distinguibile – si presume – anche dagli spalti. Ogni maglia, prodotta nel tessuto NB Dry con tecnologia cutting-edge (che elimina gli angoli tra cuciture per migliorare le prestazioni e i movimenti), è numerata con la classica targhetta personalizzata.

Pantaloncini e calzettoni seguono la falsariga del design dei completi precedenti, andando a ripetere il tono con la fascia bicolore ad altezza della tibia, con AS Roma e NB ravvicinati tra loro.

Gli esempi del passato

Storicamente parlando, proviamo a fare qualche accenno a quanto proposto da New Balance per comprendere meglio il kit: l’accostamento tra giallo e blu è abbastanza raro nella storia romanista, ma era presente nella stagione 2001-02 (quella con lo scudetto sul petto per il titolo conquistato l’anno precedente) che troviamo, seppure in una colorazione diversa (tra giallo scuro ed arancione) nella terza e quarta maglia, come si vede in queste immagini.

 

L’aggiunta della banda trasversale bicolore e delle maniche colorate a contrasto porta ad un livello completamente inedito questo kit, che siamo sicuri farà discutere molto gli appassionati e i tifosi: chiaramente il rossoblù della banda non è la combinazione dei colori sociali, ma stiamo pur sempre parlando di una terza maglia e solitamente questi kit riportano colori ben diversi da quelli classici societari (spesso abbiamo visto alternarsi negli ultimi anni sulle terze maglie della Roma il nero, il marrone, il giallo, il grigio, l’arancione fluo, il verde… a volte accostati tra loro).

L’unica ipotesi plausibile per una scelta così audace di questo abbinamento è l’omaggio ad una delle società fondatrici del club, vale a dire la Fortitudo – Pro Roma, nata come Fortitudo nel 1907, che era la squadra di Borgo Pio (Vaticano) e portava i colori rossoblù in omaggio alla Roma papalina. Qualche anno fa la AS Roma stessa, per promuovere i “remake” delle antiche maglie delle società fondatrici, fece ritrarre De Rossi, Florenzi e Pellegrini in disegni che li mostravano vestiti da giocatori di Roman, Alba e Fortitudo: per quest’ultima il protagonista è stato l’attuale capitano Lorenzo Pellegrini.

Pellegrini Fortitudo

Nel comunicato ufficiale della Roma e della NB non ci sono riferimenti che confermino questa ipotesi, che in sede di ideazione del kit appare comunque la più probabile al netto di “libere” scelte grafiche del marchio americano che discostino da questo richiamo alla storia.

Che ne pensate della nuova terza maglia della Roma 2021-2022?